Questo Natale Arbizzi ha scelto di sostenere un progetto molto importante in favore delle donne e delle bambine afgane, le principali vittime della crisi quarantennale in cui versa il paese. La presa di Kabul dell’agosto scorso da parte dei talebani ha aggravato ulteriormente una situazione già delicata, riducendo i diritti civili, sociali ed economici degli oltre 2 milioni di vedove di guerra del paese, e rendendole perciò più vulnerabili.

Il progetto solidale dell’associazione WeWorld-GVC, sostenuto anche dalla Cooperativa Boorea, è volto in particolare al supporto delle donne e delle bambine della provincia di Herat, e ha lo scopo di garantire i loro diritti primari. La povertà, la fame, il freddo, l’analfabetismo sono tutti fattori che le costringono spesso a mendicare per procurarsi il minimo indispensabile per sopravvivere. Da quando il governo talebano ha vietato loro di uscire di casa non accompagnate da un tutore maschio, questo significa rischiare la vita ogni giorno.

Con il nostro contributo vogliamo porre l’attenzione su questo tema e invitare tutti a sostenere il progetto. Una donazione, piccola o grande che sia, aiuterà tutte queste donne a vivere dignitosamente senza mettersi quotidianamente in pericolo. 

Dona ora sul sito www.weworld.it/afghanistan 

 

Arbizzi: impegno d’autore, per il pianeta e non solo.

 

 

 

Articoli correlati